STAMPA & TRIBUTI

stampa & tributi del 18 novembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Leo firmerà la riforma fiscale. Riforma del processo tributario, crescono i rischi di addebito di responsabilità ai funzionari comunali. Esonero dalla seconda rata IMU 2022 per il settore dello spettacolo: a quali condizioni?. Riscossione senza l’ultrattività.

#Imu #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Leo firmerà la riforma fiscale

Maurizio Leo, viceministro dell’economia firmerà la riforma fiscale. Avrà potere di firma di provvedimenti e decreti nonché a lui spetterà la proposta al ministro dell’economia della nomina dei vertici di dipartimento delle finanze, agenzie fiscali e relative società’ strumentali. «L’on. Prof. Maurizio Leo è delegato a istruire e predisporre iniziative legislative di riforma del sistema fiscale». In linea generale sono delegate le competenze in materia tributaria e fiscale, con particolare riguardo alle funzioni attinenti all’area delle politiche fiscali e del sistema tributario. Avrà poi, il potere di direttiva nelle materie fiscali in coerenza con il generale potere di direttiva attribuito al Ministro.

Riforma del processo tributario, crescono i rischi di addebito di responsabilità ai funzionari comunali

In caso di soccombenza dell’amministrazione, a seguito di rigetto del reclamo o di mancato accoglimento della proposta di mediazione, la condanna al pagamento delle relative spese di giudizio può rilevare ai fini dell’eventuale “responsabilità amministrativa del funzionario” che ha “immotivatamente” rigettato il reclamo o rifiutato la proposta di mediazione (articolo 4, comma 1, lettera e) della Legge Riforma che modifica l’articolo 17-bis del d.lgs. 546/1992, introducendo il nuovo comma 9-bis). La norma sembra voler superare la prassi ormai consolidata, da parte dei Comuni, della mancata risposta al reclamo proposto dal contribuente: questo comportamento ora potrà essere considerato quale rigetto immotivato del reclamo, risultando causa di eventuale responsabilità amministrativa del funzionario, se a soccombere in giudizio è il Comune. Le disposizioni in materia di spese di lite si applicano già ai ricorsi notificati a partire dal 16 settembre 2022 (data di entrata in vigore della legge).

Esonero dalla seconda rata IMU 2022 per il settore dello spettacolo: a quali condizioni?

Il decreto Aiuti quater detta una disposizione di interpretazione in tema di IMU. In particolare, conferma che, per il 2022, la seconda rata dell’IMU non è dovuta per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, nel rispetto delle condizioni e dei limiti de minimis. Viene pertanto mantenuto l’esonero dal saldo IMU 2022 per il settore dello spettacolo, a condizione che i proprietari degli immobili D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Riscossione senza l’ultrattività

Concessionari privati degli enti locali, no alla ultrattività riscossiva. “La concessione risulta essere scaduta” e nel corpo del contratto non vi è “alcuna clausola che ne preveda una ultrattività o piuttosto un regime transitorio successivo alla scadenza”. È questa la parte cruciale della decisione emessa dalla Corte di giustizia tributaria di primo grado di Napoli con la sentenza 10472 del 17 ottobre 2022, depositata l’8 novembre 2022.

Il video

https://www.youtube.com/watch?v=SGAPIDdIcBo

Il podcast

https://open.spotify.com/show/5dDNIBPglFDEFeYAlRVvYu