stampa & tributi
STAMPA & TRIBUTI

Stampa & Tributi del 01 febbraio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Nuovo contraddittorio preventivo, il rischio di ulteriori squilibri tra le parti. Tasse e multe non pagate, ancora una chance per la rottamazione delle cartelle. Anteprima Telefisco / Pignoramenti, notifica anche al debitore.  Imu, anticipo per il minor gettito 2023 nelle casse dei Comuni terremotati dal 2016.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi

**

Nuovo contraddittorio preventivo, il rischio di ulteriori squilibri tra le parti.

di Laura Ambrosi

Il diritto al contraddittorio preventivo è entrato ufficialmente nel nostro ordinamento su base generalizzata, imponendo così agli Uffici di invitare il contribuente prima di emettere un atto impositivo. È questa, forse, una delle più importanti novità introdotte con il decreto delegato attuativo della delega fiscale.

Tasse e multe non pagate, ancora una chance per la rottamazione delle cartelle.

di Marco Mobili e Giovanni Parente

Il Parlamento punta a un nuovo salvagente per chi non ha pagato le rate. Allo studio una riapertura dei termini anche per i contribuenti colpiti dalle alluvioni. Ancora una chance per la rottamazione quater. La maggioranza lavora a un intervento come emendamento al decreto Milleproroghe (attualmente all’esame delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera) per riaprire le porte della sanatoria sulle cartelle con lo sconto su sanzioni, interessi e aggio della riscossione. Un intervento che punta ad andare incontro ai decaduti, ossia a coloro che avevano presentato la domanda di adesione e poi non hanno rispettato le scadenze di pagamento. L’ipotesi allo studio già formalizzata in qualche correttivo parlamentare è quella di riaprire i termini delle prime due rate, che sono scadute rispettivamente il 31 ottobre e il 30 novembre (anche se per la rottamazione è concessa una soglia di tolleranza di cinque giorni per perfezionare i pagamenti). Termini che, però, avevano già incassato per la verità una mini proroga nel corso della conversione del decreto Anticipi con la possibilità di recuperare entro il 18 dicembre i due appuntamenti saltati.

Anteprima Telefisco / Pignoramenti, notifica anche al debitore.

di Luigi Lovecchio

L’atto di pignoramento presso terzi, emesso dall’agente della riscossione ai sensi dell’articolo 72 bis del Dpr 602/1973 deve essere notificato anche al debitore, oltre che al terzo pignorato. Ciò in quanto si tratta di una procedura alla quale si applicano le regole ordinarie del codice di rito, con le eccezioni precisate nel Dpr 602/1973. Questa una delle risposte delle Entrate ai quesiti presentati a Telefisco 2024. La risposta non chiarisce la parte finale della domanda, volta a accertare quali sono le conseguenze negative nel caso in cui il pignoramento non sia effettivamente notificato al debitore.

Imu, anticipo per il minor gettito 2023 nelle casse dei Comuni terremotati dal 2016.

di Daniela Casciola

Attribuiti ai Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria, l’anticipo del rimborso dei minori gettiti, riferiti al secondo semestre 2023, dell’Imu derivante dall’esenzione per i fabbricati ubicati nelle zone colpite dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016. È in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dell’Interno e del Ministro dell’Economia e delle finanze 5 gennaio 2024, con l’elenco dei beneficieri.

**

Il video

https://www.youtube.com/watch?v=vN87OGKCX8c

Il podcast

https://open.spotify.com/show/5dDNIBPglFDEFeYAlRVvYu