ACCERTAMENTO & RISCOSSIONEGiurisprudenza Accertamento e Riscossione

Notifica degli atti fiscali ai cittadini residenti all’estero

Print Friendly, PDF & Email

SENTENZA DEL 22/04/2022 N. 1659/19 – COMM. TRIB. REG. PER LA LOMBARDIA

La notificazione degli atti fiscali al cittadino residente all’estero deve essere effettuata mediante la spedizione di lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo risultante dall’A.I.R.E e non direttamente con la procedura di affissione all’albo pretorio del comune. Quest’ultima modalità di notifica è legittima solo in caso di esito negativo della raccomandata. In applicazione di tale principio, affermato dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 23378/2021, i giudici milanesi hanno respinto l’appello dell’Ufficio, confermando la pronuncia di primo grado. Nel caso di specie, infatti, la notificazione della cartella di pagamento era stata eseguita direttamente mediante l’affissione all’albo pretorio del comune di ultima residenza in Italia del contribuente e l’Ufficio non ha fornito alcuna prova circa la spedizione né sull’esito negativo della raccomandata.

Testo integrale della sentenza

Sentenza del 22_04_2022 n. 1659 - Comm. Trib. Reg. per la Lombardia Sezione_Collegio 19