Notifica cartella esattoriale: equivalenza dei formati p7m e pdf

La ritualità della notifica è garantita sia dal file con estensione p7m che dal file con estensione pdf. In base a tale principio, enunciato dalla Suprema Corte nella sentenza a Sezioni Unite n. 10266 del 2018, la CTR campana ha ribaltato la decisione dei giudici di primo grado ricordando il richiamo della Corte di Cassazione al diritto dell’Unione europea, secondo cui le firme digitali di tipo Cades, ossia p7m, oppure di tipo Pades, ossia pdf, sono tra loro equivalenti e devono essere riconosciute e convalidate dai Paesi membri, senza eccezioni. Nel caso in esame la CTP aveva, dunque, erroneamente accolto l’impugnazione dell’estratto di ruolo, in ragione della notifica tramite Pec della cartella esattoriale con estensione p7m.

Share

Written by: