un'occupazione difforme - e maggiore - rispetto al titolo concessorio, senza alcuna specifica indicazione fornita dalla società U., ma accertata soltanto a seguito di un controllo della Polizia locale, come avvenuto nel caso in esame (cfr. docc. … primo grado Comune) - non potrebbe determinare altra conseguenza, per quanto già sopra osservato, che il pagamento del Cosap e l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 20 del Regolamento per l'abusività dell'occupazione, come accertata dalla Polizia locale nell'esercizio legittimo delle proprie funzioni di controllo. Controllo che lo stesso art. 9 della Convenzione prevede stabilendo che "l'Amministrazione mantiene il potere di procedere all'accertamento e alla riscossione degli importi di canone osapdovuti da A.U. in conseguenza dell'effettuazione da parte di quest'ultima delle occupazioni disciplinate dalla presente convenzione".
CANONE UNICOGiurisprudenza Canone UnicoPrimo Piano

L’ occupazione di suolo pubblico difforme si configura come abusiva anche in presenza di apposita convenzione

Print Friendly, PDF & Email

Corte d’Appello Milano – Sez. I – Sent. 18/5/2023, n. 1340


Ne segue che un’occupazione difforme – e maggiore – rispetto al titolo concessorio, senza alcuna specifica indicazione fornita dalla società U., ma accertata soltanto a seguito di un controllo della Polizia locale, come avvenuto nel caso in esame (cfr. docc. … primo grado Comune) – non potrebbe determinare altra conseguenza, per quanto già sopra osservato, che il pagamento del Cosap e l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 20 del Regolamento per l’abusività dell’occupazione, come accertata dalla Polizia locale nell’esercizio legittimo delle proprie funzioni di controllo. Controllo che lo stesso art. 9 della Convenzione prevede stabilendo che “l’Amministrazione mantiene il potere di procedere all’accertamento e alla riscossione degli importi di canone osap
dovuti da A.U. in conseguenza dell’effettuazione da parte di quest’ultima delle occupazioni disciplinate dalla presente convenzione”.