I rifiuti degli imballaggi terziari non possono essere assimilati a quelli urbani

Print Friendly, PDF & Email

Sentenza del 12/04/2022 n. 1259 – Comm. Trib. Reg. per la Calabria Sezione/Collegio 3

Intitolazione:

Tributi locali – TARSU – Rifiuti speciali

Massima:

In tema di TARSU, i rifiuti degli imballaggi terziari non possono essere assimilati dai Comuni a quelli urbani perché sono oggetto di un regime speciale fondato sul divieto di immissione nel normale circuito di raccolta dei rifiuti urbani, sicché, essendo previsto per gli imballaggi secondari l’esonero dalla privativa comunale ove sia provato l’avviamento a recupero, l’operatore economico ha l’onere di dimostrare il conferimento degli stessi ai soggetti autorizzati giovandosi, in tal caso, non già della riduzione della superficie tassabile, prevista dall’art. 62,comma 3, del d.lgs. n. 507 del 1993, per il solo caso di produzione di rifiuti speciali, bensì del diritto alla riduzione tariffaria determinata in concreto, a consuntivo, in base a criteri di proporzionalità rispetto alla quantità effettivamente avviata al recupero.

Testo:
Testo non presente

Share

Written by: