Approfondimento TARIFaq TARITARI

Come utilizzare i residui del fondone TARI anche per il 2022

Print Friendly, PDF & Email

In molti chiedono se è possibile utilizzare i residui dei fondi non spesi anche nel 2022

Con l’art. 106 del D.L. 34/2020 è stato istituito un fondo di sostegno per le funzioni fondamentali dei Comune (c.d. Fondone) da destinare alla copertura delle minori entrate e delle maggiori spese derivanti dall’emergenza COVID19.

Il fondo è stato stanziato per il 2020 ma poteva coprire spese ed entrate anche dell’anno 2021, purché debitamente certificate, ed in ogni caso riconducibili all’emergenza COVID.

Leggendo la FAQ n. 5 della MEF, riguardante i chiarimenti relativi alla certificazione si è compreso che le somme del fondone potevano essere utilizzate anche per finanziare le agevolazioni tari ma nel limite di quanto deciso dal ministero stesso. Infatti, il MEF ha affermato che “La Tabella 1 allegata al Decreto n. 212342 del 3 novembre 2020 riporta il valore massimo della perdita da prelievo dei rifiuti che verrà ristorata a ciascun comune. Tale importo dovrebbe essere utilizzato dall’ente per finanziare agevolazioni TARI, da attuarsi anche per mezzo del soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani. Tuttavia, si ritiene che l’ente possa finanziare con tali risorse anche altre tipologie di interventi – diversi da agevolazioni tari ma comunque connessi all’emergenza epidemiologica in corso (es. voucher per imprese/famiglie in sofferenza economica) – qualora, sulla base della conoscenza del proprio territorio, ritenesse tali altri interventi maggiormente utili.”.

L’art. 6 del D.L. 73/2021 ha previsto, invece, ulteriori fondi ma da destinare specificamente al finanziamento di riduzioni tari per le utenze non domestiche.

L’articolo 13 del D.L. 27 gennaio 2022, n. 4, estende al 2022 le risorse assegnate agli Enti a valere sul Fondo per l’esercizio delle funzioni degli Enti Locali, di cui all’art. 106 del D.L. n. 34/2020 e successivi rifinanziamenti, e le risorse assegnate come ristori specifici di spesa per il biennio 2020 e 2021, residue rispetto all’utilizzo fatto nel corso del 2020 e 2021”.

In virtù di tale articolo, è possibile utilizzare le restanti somme sia del “Fondone” (ma nel limite delle somme ammissibili in base al D.M. 212342/2020, che della disponibilità di cui all’art. 6 del D.L. 73/2021, da destinare al riconoscimento di riduzioni ai fini tari per l’anno 2022.

Quali adempimenti occorre fare per utilizzare i fondi nel 2022?

Per applicare le riduzioni, occorre approvare il relativo regolamento entro il 30 aprile 2022 ovvero entro il termine di approvazione previsto per l’approvazione del bilancio di previsione 2022 – 2024.

Di seguito degli schemi esemplificativi.