Sulla titolarietà della soggettività attiva nelle occupazioni delle strade dei centri abitati fino a 10.000 abitanti, contesa tra Province e Comuni

Sul percorso interpretativo del Canone unico non manca mai un po’ di polvere che a volte sollevandosi annebbia la vista. Oggetto di recenti divergenze interpretative sono risultate le occupazioni di suolo pubblico all’interno dei centri abitati con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti che sono ubicati all’interno di Comuni che hanno un numero complessivo di residenti superiore a questo limite.

Leggi di più

Share