Accertamento imu tari 2016 prescrizione – decadenza

Print Friendly, PDF & Email

Ti stai chiedendo se l’accertamento IMU TARI relativo all’anno 2016 possa essere prescritto?

TI chiedi se l’accertamento imu 2016 notificato nel 2022 è prescritto ?

TI chiedi i termini per l’accertamento imu 2016 notificato ora è valido?

Tichiedi se c’ stata una proroga per l’accertamento imu 2016 ?

Ti chiedi se l’accertamento imu 2016 sia prescritto per il covid ?

Sei nel posto giusto!

Ebbene in primo luogo ti invitiamo a leggere il nostro articolo sulla notifica degli accertamenti relativi ai tributi locali

E poi dobbiamo precisare che si tratta di decadenza e non di prescrizione anche se nel lessico comune sono sinonimi nella realtà giuridica sono due cose completamente diverse. Comunque in poche parole te lo speghiamo fornendoti i riferimenti normativi.

La regola generale prevede che gli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio devono essere notificati, a pena decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati”.

  • i termini per la notifica dell’avviso di accertamento emesso per omesso o parziale versamento decorrono dal 31 dicembre dell’anno successivo a quello in cui il pagamento è stato o doveva essere effettuato. Di conseguenza, ad esempio, il mancato pagamento dell’acconto IMU del 2016 verrà accertato e notificato entro il 31 dicembre del 2021, pena decadenza;
  • i termini per la notifica dell’avviso di accertamento emesso per omessa o infedele dichiarazione decorrono dal 31 dicembre dell’anno successivo a quello in cui la dichiarazione è stata (in caso di infedele) o doveva essere (in casa di omessa) presentata. In questo caso occorre precisare che si tratta dell’anno successivo a quello oggetto di dichiarazione. Di conseguenza, ad esempio, il comune potrà notificare fino, ma non oltre, il 31 dicembre 2025 l’avviso di accertamento relativo alla mancata o infedele dichiarazione IMU attinente al 2019, posto che questa andava presentata nel 2020.

Questo significa che il Comune deve concludere l’accertamento ed affidarlo alla notifica entro tale termine, poi decade dal potere di accertare e quindi il contribuente può eccepire l’illegittimità dell’atto emesso oltre il termine ultimo consentito

Come ogni regola che si rispetti ha una sua eccezione per gli avvisi di accertametno IMU 2016

Il dl n. 18 del 2020, ha disposto la sospensione dei termini di notifica degli atti di accertamento (art. 67). Questa norma non è tata dettata specificatamente per i tributi comunali, ma  riguarda anche gli atti dell’Agenzia delle entrate e dell’Agenzia delle entrate-Riscossione. L’art. 67 del d.l. n. 18 del 2020, dispone la sospensione “dei termini relativi all’attività degli uffici degli enti impositori”. Si tratta di una sospensione posta nell’esclusivo interesse degli enti impositori, in ragione dell’emergenza epidemiologica, che pertanto non blocca, tra l’altro, le attività propedeutiche alla formazione dei medesimi atti.

Considerando che all’8 marzo 2020 erano pendenti i termini relativi agli atti di accertamento esecutivi per omesso versamento per gli anni 2015- 2019 e gli atti di accertamento esecutivi per infedele o omessa denuncia per gli anni 2014-2018, i nuovi termini risulteranno secondo quanto riportato nella nota IFEL

I termini di accertamento per Omesso, parziale versamento

Anno d’impostaTermine notifica
201626/03/2022

I termini di accertamento per Infedele-Omessa Denuncia

Anno d’impostaTermine notifica
201626/03/2023

La risposta allora alla domanda accertamento imu 2016 prescrizione

Nel caso di accertamento per Omesso, parziale versamento il termine di (decadenza) prescrizione per l’emissione dell’avviso di accertametno imu 2016 è il 26/03/2022

Nel caso di accertamento per Infedele-Omessa Denuncia il termine di (decadenza) prescrizione per l’emissione dell’avviso di accertametno imu 2016 è è il 26/03/2023

Questo termine subisce la scissione degli effetti della notifica e quindi entro quella data deve essere stato consegnato alle poste, ma potrai riceverlo anche in una data successiva perchè dalla data di ricezione l’avviso produce i suoi effetti per te.

Se vuoi approfondire questo aspetto ti invitiamo a leggere un articolo dedicato

Share

Written by: