Il servizio idrico integrato (SII)

Cos’è il Servizio Idrico Integrato?

È l’insieme di tutte le attività che consentono di avere acqua potabile in casa e di scaricare correttamente le acque sporche. Nello specifico, il servizio idrico integrato comprende:


  • Acquedotto: Tramite il servizio di acquedotto, l’acqua viene prelevata dalla fonte, trattata mediante la potabilizzazione e immessa nella rete idrica, per la distribuzione alle utenze. L’utente paga questo servizio con una quota variabile in base ai mc consumati e differenziata a seconda degli scaglioni di consumo.
  • Fognatura: Tramite il servizio di fognatura, le acque superficiali e le acque reflue provenienti dalle attività umane sono raccolte e convogliate nella rete fognaria, fino al depuratore. L’utente paga questo servizio con una quota variabile (euro/mc) commisurata ai mc di acqua consumata.
  • Depurazione: Tramite il servizio di depurazione, le acque raccolte dalla fognatura vengono trattate in appositi impianti e rese compatibili con l’ambiente per poter essere rilasciate. L’utente paga questo servizio con una quota variabile (euro/mc) commisurata ai mc di acqua consumata.

Come attivare un contratto di fornitura?

Per attivare un contratto di fornitura bisogna compilare il modulo di richiesta in cui vanno indicati:

  1. i dati dell’intestatario della fornitura (allegando il documento d’identità), ubicazione dell’immobile, sua tipologia (es. prima casa), dati catastali, copia del titolo attestante il godimento dell’immobile (atto di proprietà, contratto di fitto, etc.) ed il riferimento ai permessi a costruire;
  2. matricola e lettura contatore;
  3. tipologia di uso (domestico, ossia quello che utilizziamo tutti per le nostre case, oppure industriale, agricolo etc.).

Inoltre, bisogna provvedere al versamento degli oneri previsti.

Commenta